Come tutelarti se acquisti direttamente da un costruttore

ProAcquirenti

Se stai acquistando da una impresa di costruzioni sei in una situazione
potenzialmente molto rischiosa: stai versando i tuoi risparmi ad un soggetto fallibile.

Quante famiglie hanno perso i propri risparmi versando ingenuamente caparre
ed acconti a stato di avanzamento dei lavori a delle imprese che sono poi fallite
prima di ultimare gli alloggi.

Ci permettiamo di usare il termine "ingenuamente" perché le leggi italiane tutelano
molto bene gli acquirenti degli immobili in corso di costruzione.

Peraltro la normativa è anche stata oggetto di un ulteriore aggiornamento
che ha reso ancora più efficaci le tutele introdotte con il D. Lgs. 122/2005,
con il quale è stato previsto che tutti gli acconti corrisposti fino al rogito
debbano essere garantiti da fidejussioni.

Inoltre esiste da sempre una ulteriore forma di tutela per gli acquirenti:
la trascrizione del preliminare di compravendita, che con le ultime normative
introdotte nel 2019 è adesso diventata obbligatoria per gli immobili
in corso di costruzione posti in vendita dalle imprese.

L'obbligo di rilasciare le fidejussioni rappresenta un adempimento
molto sgradito ai costruttori, semplicemente perché, nel rapporto tra impresa
e mondo bancario, le fidejussioni equivalgono ad un affidamento,
che va a sommarsi alle altre linee di credito.

Per questo motivo hanno spesso cercato di bypassarle, ma la nuova normativa
li ha messi alle strette.

Al di là di tutto questo sappi che la negoziazione delle condizioni
della compravendita tra te ed un imprenditore edile, è molto ben riassunta
da questa immagine:




Ovviamente, acquirente al primo acquisto immobiliare, tu saresti il topo,
mentre il navigato impresario, con alle spalle centinaia di immobili venduti,
rappresenta ovviamente il gatto.

Hai idea di quanto possa costarti combattere da solo una lotta cosi impari?

Se non vuoi avere la peggio...




Richiedi gratuitamente informazioni

Informativa sulla privacy ai sensi del D.lgs. 30/06/2003 n.196

Ai sensi dell'articolo 10 della ex-legge 31.12.1996 n. 675, in ottemperanza all'art. 13 del Nuovo Codice Privacy (dlgs 30 Giugno 2003 n° 196) Le forniamo le seguenti informazioni:

Il trattamento dei dati raccolti sarà effettuato mediante elaborazioni manuali, strumenti informatici e telematici e avrà le seguenti finalità:

- dare esecuzione all'invio delle email verso la casella postale degli utenti sottoscritti;

- raccogliere le essenziali informazioni demografiche che ci permettano di perfezionare e promuovere i servizi promozionali e commerciali di ProAcquirenti ;

I dati da Lei conferiti non verranno prestati, venduti o scambiati con altre organizzazioni, se non chiedendoLe espressamente il consenso.

La informiamo che il conferimento dei dati non e obbligatorio per eseguire l'invio delle e-mail stesse.

Il titolare del trattamento dei dati è: ProAcquirenti .

Al titolare del trattamento Lei potra rivolgersi per far valere i suoi diritti cosi come previsti dall'articolo 13 della ex-legge n. 675/96 (accesso, rettifica, integrazione, cancellazione, opposizione ecc.), in ottemperanza all'art. 7 del Nuovo Codice Privacy (dlgs 30 Giugno 2003 n° 196).

Do il consenso
Non do il consenso